Pierbusa Note

PRIMA | HOME PAGE | DOPO

Martedý, 21 Novembre 2017

#Jerusalem di Alan Moore
(nuova lettura)

Il signore in foto Ŕ Alam Moore, e io ho appena iniziato a leggere il suo ultimo mastodontico libro "Jerusalem".

Ecco alcune cose che ho trovato in rete che riguardano questo libro.

Intanto l'articolo di Massimo Gardella (il traduttore) Ŕ davvero illuminante sulla grandezza di quest'opera a cui lui ha creduto fin da quando gli sono state sottoposte le prime bozze nel 2014. Secondo lui alcune cose potevano essere sforbiciate ma Moore Ŕ andato per inclusione non per esclusione.

Poi il blog con le annotazioni fatte dai lettori (di lingua inglese)...

E un interessante articolo-recensione di "The Guardian" (in lingua inglese ovviamente).

Aggiornamento sulla mia lettura di "Jerusalem" di Alan Moore (6 Dicembre 2017).

Sono arrivato (pian pianino per i miei canoni) al 27% (di 1500 pagine). Il libro inizia a piacermi, le tante storie tutte ambientate nello stesso luogo ma in epoche diverse germogliano e danno i loro frutti. La scrittura di Moore assomiglia a un melograno composta da tanti chicchi che al primo morso non sai bene come agguantare per poi sentirne pian piano la dolcezza e il magnifico gusto. E come un melograno ogni storia (delle tante) raccontate Ŕ un mondo a se ma che fa parte di uno stesso universo.

PRIMA | HOME PAGE | DOPO